La collina di Torino e il Monferrato

_

Durata: intera giornata. Modalità: tour a piedi e in autobus privato.

MATTINA: ABBAZIA DI SANTA MARIA DI VEZZOLANO

Completamente immersa nel verde delle dolci colline del Monferrato, rappresenta una delle testimonianze più preziose di arte romanica in Piemonte. Fondata, secondo una leggenda, da Carlo Magno nell’anno 773, la chiesa attuale risale al XII secolo. All’interno si possono ammirare uno dei rarissimi jubé sopravvissuti dopo il Concilio di Trento e un trittico in terracotta policroma sull’altare maggiore che risale agli ultimi anni del Quattrocento. Il chiostro è uno dei più suggestivi del Piemonte e conserva splendidi affreschi databili tra 1200 e 1300.
Nel periodo natalizio, in un locale del chiostro, è allestito il bellissimo presepe realizzato a mano in ogni dettaglio con fine arte e fantasia da Anna Rosa Nicola, restauratrice presso il Laboratorio dei Nicola di Aramengo.

MATTINA: LABORATORIO DI RESTAURO DEI NICOLA DI ARAMENGO

Nel piccolo comune di Aramengo d’Asti si trova uno dei più rinomati laboratori di restauro d’Italia in cui opera la ditta Nicola, che da oltre mezzo secolo si occupa con professionalità ed entusiasmo del restauro di dipinti su tela e su tavola, affreschi, opere moderne, statue lignee e lapidee per committenti pubblici e privati, ottenendo riconoscimenti internazionali.

PRANZO: in ristorante con menù tipico piemontese

POMERIGGIO: GIRO CITTÀ DI CHIERI

La cittadina di Chieri, l’antica Carreum Potentia di epoca romana, fu per anni centro importante per l’industria tessile. Dal punto di vista architettonico presenta mirabili testimonianze di epoca medievale e barocca: il Duomo con l’imponente facciata gotica in mattoni e all’interno il Battistero e la Cappella Gallieri con splendidi cicli di affreschi quattrocenteschi; la Chiesa di San Giorgio situata in cima al colle dove nell’XI secolo nacque il primo nucleo medievale di Chieri, ristrutturata in epoca barocca da Bernardo Vittone con il caratteristico campanile “a pagoda”; la Chiesa di San Domenico che custodisce pregevoli dipinti di Guglielmo Caccia detto il Moncalvo. Chieri è importante anche per i suoi prodotti tipici, dalle eccellenze vitivinicole alle golosità gastronomiche come i grissini rubatà e la focaccia dolce.

_